Sardegna, stop pesca ricci di mare fino al 2024!

Sardegna, stop raccolta ricci di mare fino al 2024: dopo una marea di polemiche, petizioni e allarmi delle associazioni ambientaliste, anche la politica si è resa conto che qualcosa andava fatto per salvare i ricci di mare, la cui pesca eccessiva degli ultimi anni, ha portato a un grave depauperamento della specie nei nostri mari.

E così, grazie ad un emendamento della maggioranza all’articolo 8 della legge omnibus arriva il blocco della pesca dei ricci per i prossimi 3 anni. Più precisamente, nell’emendamento si legge:

A decorrere dal sessantesimo giorno successivo all’entrata in vigore della legge, è vietato il prelievo, la detenzione, il trasporto, lo sbarco e la commercializzazione degli esemplari di riccio di mare e dei relativi prodotti derivati freschi, per un periodo di 3 anni e comunque fino alla data del 30 aprile 2024.

Decisione presa a causa del rischio di estinzione della risorsa, considerato il massiccio prelievo nell’ultimo decennio.

E i pescatori di ricci?

Per loro arrivano gli indennizzi, o se preferite i “ristori“, con 600mila euro da stanziare subito per il 2021 e 1,2 milioni per gli anni 2022 e 2023.

I pescatori di ricci, durante il fermo biologico forzato di 3 anni, saranno chiamati a collaborare nelle attività e nelle procedure di monitoraggio e recupero ambientale.

RIMANI AGGIORNATO su cosa fare e cosa succede in Sardegna, ma anche su turismo, aerei, traghetti, trasporti interni e regolamenti vari sulla nostra pagina Facebook “Sardegna“.

PER GLI EVENTI: consigliamo di visitare sempre i link fonte prima di mettersi in viaggio, per verificare eventuali aggiornamenti dei quali noi potremmo non essere venuti a conoscenza.
PER MUSEI E AREE ARCHEOLOGICHE:: visitate sempre i link a siti e pagine social ufficiali di ogni struttura museale o archeologica prima di mettervi in viaggio, orari e prezzi potrebbero infatti cambiare durante il corso dell'anno.
COPYRIGHT: poniamo la massima attenzione nella scelta delle foto e dei contenuti. Essi sono nostri o ci sono stati concessi dai diretti proprietari (fotografi, artisti, organizzatori, uffici stampa) oppure sono disponibili nel libero dominio. Linkiamo sempre le nostre fonti. Per qualsiasi dubbio o segnalazione contattaci subito.
REFUSI: purtroppo di questi tempi si scrive iper veloci, può capitare perciò, malgrado ci si metta la massima attenzione e si rilegga sempre l'articolo, che il nostro occhio non veda eventuali errori o refusi. Siete pregati di segnalarceli immediatamente, grazie!

Commenta!