La Pelosa, la qualità della sabbia è migliorata grazie al numero chiuso!

La Pelosa, la qualità della sabbia è migliorata: anche dal 1° giugno 2021 la spiaggia di La Pelosa a Stintino è divenuta a numero chiuso, lo scopo è quello di salvaguardare l’arenile dall’eccessivo carico antropico, per via del forte rischio di erosione che corre una delle spiagge più belle al mondo (a proposito ecco come prenotare a La Pelosa).

Per questo motivo, oltre al numero chiuso, da diversi anni ormai è stato anche varato uno stretto regolamento per la fruizione della spiaggia de La Pelosa, un provvedimento importante che va inquadrato nel più ampio piano di recupero e tutela dell’arenile che prevede, nel prossimo futuro, la rimozione della strada che passa sul litorale. La strada va infatti a tagliare in due l’escosistema dunale.

Bene, la buona notizia di oggi è che, dal monitoraggio portato avanti dal Dipartimento di Scienze biomediche dell’Università di Sassari, la qualità della sabbia de La Pelosa e del mare antistante la spiaggia è ottima. Insomma, la situazione è nettamente migliorata rispetto agli anni precedenti.

Il biomonitoraggio della spiaggia della Pelosa:

Il biomonitoraggio della spiaggia della Pelosa portato avanti dall’ Università di Sassari consiste nel prelevamento di diversi campioni di sabbia nella riva, nel centro e nella duna, durante le diverse stagioni. Campioni che, una volta analizzati nei laboratori di Microbiologia del Dipartimento di Scienze biomediche, hanno permesso di identificare le popolazioni microbiche fungine e batteriche e di valutare lo stato di salute della sabbia e la sua l’origine.

Dal confronto dei dati raccolti durante le diverse stagioni e le diverse annate ha evidenziato l’influenza positiva sulla sabbia della spiaggia di provvedimenti presi finora, quali l’ingresso dei bagnanti a numero chiuso e l’uso di stuoie.

Insomma, se vi stavate chiedendo se le vostre rinunce stessero servendo a qualcosa allora sì, la spiaggia è meno sotto stress, ma – e questo lo aggiungiamo noi – guai ad abbassare la guardia, la battaglia per la salvaguardia dell’arenile è ancora lunga e difficile.

RIMANI AGGIORNATO su cosa fare e cosa succede in Sardegna, ma anche su turismo, aerei, traghetti, trasporti interni e regolamenti vari sulla nostra pagina Facebook “Sardegna“.

PER GLI EVENTI: consigliamo di visitare sempre i link fonte prima di mettersi in viaggio, per verificare eventuali aggiornamenti dei quali noi potremmo non essere venuti a conoscenza.
PER MUSEI E AREE ARCHEOLOGICHE:: visitate sempre i link a siti e pagine social ufficiali di ogni struttura museale o archeologica prima di mettervi in viaggio, orari e prezzi potrebbero infatti cambiare durante il corso dell'anno.
COPYRIGHT: poniamo la massima attenzione nella scelta delle foto e dei contenuti. Essi sono nostri o ci sono stati concessi dai diretti proprietari (fotografi, artisti, organizzatori, uffici stampa) oppure sono disponibili nel libero dominio. Linkiamo sempre le nostre fonti. Per qualsiasi dubbio o segnalazione contattaci subito.
REFUSI: purtroppo di questi tempi si scrive iper veloci, può capitare perciò, malgrado ci si metta la massima attenzione e si rilegga sempre l'articolo, che il nostro occhio non veda eventuali errori o refusi. Siete pregati di segnalarceli immediatamente, grazie!

Commenta!