Giornate FAI di Primavera 2014 Sardegna: in mostra i Giganti di Monti Prama, il 22 e 23 Marzo 2014!

Giornate FAI di Primavera 2014 in Sardegna: Ed eccoci arrivati ad uno dei miei appuntamenti preferiti, quello con le Giornate FAI di Primavera, manifestazione che quest’anno arriva al suo 22° anno di vita e che ancora una volta aprirà per un weekend il 22 e il 23 Marzo 2014 ben 750 bellissimi luoghi solitamente chiusi o dimenticati in tutta Italia, per andare alla riscoperta della cultura, della storia e della bellezza della nostra nazione. Ovviamente Sardegna inclusa, dove spicca senz’altro l’esposizione dei Giganti di Monti Prama presso il Museo archeologico di Cagliari e il  Museo civico di Cabras. Ma vediamo subito tutti gli appuntamenti nella nostra isola

Cagliari – Mostra: “Mont’e Prama e il potere delle immagini. Pugilatori, arcieri, guerrieri e modelli di nuraghi: la scoperta della statuaria monumentale della civiltà nuragica”, presso il Museo Archeologico Nazionale:  Le sculture nuragiche di Mont’e Prama sono la più grande novità dell’archeologia sarda degli ultimi decenni. Gli scavi scientifici hanno portato al rinvenimento di oltre 5.000 frammenti di statuaria e di imponenti e stratificati siti funerari esposti nelle sale del Museo Archeologico Nazionale di Cagliari dal 1975, e poi trasferite nell’anno 2005 al Centro di Restauro di Li Punti, dando il via ad un complesso processo di restauro che ha portato alla ricomposizione di diverse decine di figure.  Orario: Sabato ore 11.00 – 13.00 / 16.00 – 18.00, Domenica: ore 10.30 – 13.00 / 16.00 – 18.00. Bene fruibile a persone con disabilità fisica.

Cabras – Mostra temporanea con 6 statue dei Giganti di Monti Prama, presso il Museo Civico Archeologico Giovanni Marongiu: Il museo è dedicato all’esposizione di reperti archeologici provenienti dal territorio comunale di Cabras nella penisola del Sinis. Il periodo prenuragico e nuragico è documentato dai materiali recuperati con lo scavo del villaggio di Cuccuru is Arrius che ha restituito significative testimonianze a partire dal Neolitico medio. L’età storica è invece ben rappresentata da reperti provenienti dall’antica città di Tharros. Dal 2008 è stata inaugurata la sala dedicata al Relitto di Mal di Ventre – Orario: Domenica: ore 11.00 – 13.00 / 16.00 – 18.00.

NuoroAlla riscoperta degli antichi sentieri del Monte Ortobene (con la partecipazione del CAI): Il Monte Ortobene è luogo di memoria storica dell’intera comunità Nuorese e dei tanti pellegrini che ogni anno lo visitano in occasione della sacra processione al Redentore. Il sentiero presentato percorre un anello che parte dalla sorgente di Sa Radichina e transita accanto a due delle cime più panoramiche del Monte: P.ta Passivale e P.ta Pala ‘e Casteddu, ai piedi delle quali stanno degli enormi accumuli di massi granitici, i caotici “nodos”, scolpiti dall’erosione – Orario: Sabato ore 10.00 – 13.00 (ingresso riservato alle scuole) e Domenica ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00. Le visite guidate partiranno ogni mezz’ora, obbligatoriamente con la guida (dalle ore 11.00 alle ore 13.00, visite guidate anche in inglese, francese, spagnolo).

PalauBatteria Militare Talmone: Aggrappata alle rocce aspre della Sardegna, nascosta tra una natura incontaminata e selvaggia, la Batteria Militare Talmone costituisce un’importante testimonianza della storia militare del nostro Paese – Orario: Sabato ore 10.00 – 18.00, Domenica ore 10.00 – 18.00.

SassariCarcere di San Sebastiano: A Sassari, ancora a metà dell’Ottocento, le carceri erano nel centro dell’abitato, contigue al palazzo del duca che a lungo ha amministrato la giustizia. Una presenza insopportabile per i cittadini che se ne lamentavano già nel XVII secolo, preoccupati per le condizioni igieniche e i rischi per la salute – Orario: Sabato ore 10.00 – 18.00 e Domenica: ore 10.00 – 18.00.

PerfugasMuseo Civico Archeologico Paleobotanico: museo, realizzato grazie all’attività di censimento e scavo di siti archeologici del territorio di Perfugas, si compone di una sezione paleobotanica e una archeologica – Orario: Domenica ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00.

Perfugas – Pozzo Sacro di Predio Canopoli: Il Pozzo Sacro di Predio Canopoli è databile alla fine del Bronzo medio, Bronzo recente, Bronzo finale, età del Ferro; è ubicato nel centro storico di Perfugas, nell’area antistante la chiesa di Santa Maria degli Angeli. Il pozzo sacro deve il nome al proprietario dell’orto nel quale nel 1924 venne ritrovato: tale a Domenico Canopoli – Orario: Domenica ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00.

Perfugas – Chiesa di Santa Maria degli Angeli e retablo di San Giorgio: Il Retablo di San Giorgio è il più grande della Sardegna ben cinquantadue tavole. E’ stato dipinto da un anonimo nel XVI secolo, costituisce la quinta di sfondo delle opere esposte nel Museo Diocesano di Arte Sacra, allestito nella cappella del Retablo di San Giorgio, nella Chiesa Parrocchiale di Santa Maria degli Angeli a Perfugas – Orario: Domenica ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00.

Due giorni giorni per scoprire l’Italia ma ben 365 giorni per amarla, tutti noi possiamo infatti sostenere attivamente l’attività del FAI (Fondo Ambiente Italiano), ci si può iscrivere, si può offrire un contributo libero durante le visite, oppure inviare un sms da 1 euro al 45595 (solo fino al 23 marzo):

 

RIMANI AGGIORNATO sugli eventi, le sagre, gli spettacoli e i concerti in Sardegna, segui la nostra pagina FacebookEventi e Sagre in Sardegna“.

PER GLI EVENTI: consigliamo di visitare sempre i link fonte prima di mettersi in viaggio, per verificare eventuali aggiornamenti dei quali noi potremmo non essere venuti a conoscenza.
PER MUSEI E AREE ARCHEOLOGICHE:: visitate sempre i link a siti e pagine social ufficiali di ogni struttura museale o archeologica prima di mettervi in viaggio, orari e prezzi potrebbero infatti cambiare durante il corso dell'anno.
COPYRIGHT: poniamo la massima attenzione nella scelta delle foto e dei contenuti. Essi sono nostri o ci sono stati concessi dai diretti proprietari (fotografi, artisti, organizzatori, uffici stampa) oppure sono disponibili nel libero dominio. Linkiamo sempre le nostre fonti. Per qualsiasi dubbio o segnalazione contattaci subito.
REFUSI: purtroppo di questi tempi si scrive iper veloci, può capitare perciò, malgrado ci si metta la massima attenzione e si rilegga sempre l'articolo, che il nostro occhio non veda eventuali errori o refusi. Siete pregati di segnalarceli immediatamente, grazie!

Commenta!